AVVERTENZE PER I LETTORI

POP, LURE & JIG, TRAVEL and LURE BUILDING

mercoledì 15 dicembre 2010

DUE CANNE APPENA ARRIVATE DA PATRIOT DESIGN

Mi sono passate per le mani due "cannine" nuove della ditta di Matsutani, gli estremi opposti, o quasi, della produzione da popping, e ne ho approfittato per fare due lanci e due foto in mancanza di pesce, giusto per avere due impressioni "a secco", e quindi abbastanza epidermiche.

La prima: Grand Armor Game Sailfisher 72, montaggio low rider



i dati dicono: 7'2", 70 grammi di lure weight, PE2-4, 4-9 kg di frizione, azione medium-fast, classico assemblaggio offset in puro stile Jap.
In foto la vedete abbinata a uno stella 8000FA, forse eccessivo nelle intenzioni di progetto ma che devo dire ben bilancia l'attrezzo.
Le impressioni: leggera con un tip molto dolce che lavora perfettamente gli stickbait anche piccini, come era aspettabile visto il target nominale; tanta riserva di potenza che non ha riscontro nelle pari grado di altre marche famose, soprattutto se guardiamo al max drag che sembrerebbe reale.
Ci ho lanciato in pratica fino a 90 grammi senza problemi e senza sforzo e devo dire che mi ha fatto ottenere distanze considerevoli anche col 60 libbre in bobina; lavora bene oltre agli stick i pencil, i minnows e se la cava pure coi poppers a bocca medio-grande, coi quali va presa un po' di confidenza nel caricare bene la strappata.
Mi piace, e tanto, mi sa che va dritta sulla mia personale lista per lo shopping.
Qui sotto alcune foto in trazione:




La seconda, la bestia immane: FIRE VORTEX GT ULTIMATE XTX76LCSG, montaggio low rider



i dati: 7'6", lure weight 250 grammi, PE8-12 ( che significa 170 libbre per la cronaca ), drag 8-17kg, azione medium fast, assemblaggio ovviamente offset;
il target: giant trevally XXXL in zone difficili.
Le impressioni..... difficile da definire, un palo immane con una potenza spropositata, ben oltre a quello che può gestire il 90% degli anglers, veramente faticosa da piegare anche se non priva di anima, un senso glielo si può trovare a patto di poterla usare in sicurezza, murate alte, un amico che ci tiene per la cintura, il rischio è finire in acqua altrimenti, ma l'arma per affrontare il mostro sembra esserci, anche se nella categoria preferisco altro a sentimento.
Nel lancio tratta 200 grammi come bruscolini, nella foto c'è il mio prototipo ultimo di Goliath, un popper dalla boccaccia esagerata che pesa 230 grammi una volta ancorettato.. sembra potere lanciare molto di più, ma scarica sul dito che regge il filo una quantità immane di forza vista l'azione del fusto che poco immagazzina della potenza impressa nel movimento.
Nella popperata invece, tanto laterale che in cintura, non risulta eccessivamente faticosa, perlomeno in relazione a quanto abbiamo in mano che è tanta roba. Difficile pensare di poterci pescare alcune ore di seguito, meno che meno una giornata o più, almeno non è nelle mie corde.
Mi piace? Non lo so, non la comprerò, anche perchè ha tante sorelle minori ben più gustose in pesca per come la interpreto io nel mio personale.... come sempre, occhio, sono i miei gusti, non istruzioni per gli acquisti.
In bocca al lupo al proprietario!


PS: perdonate la qualità delle foto ma la giornata era pessima e l'occasione da prendere al volo!

Nessun commento:

Posta un commento