AVVERTENZE PER I LETTORI

POP, LURE & JIG, TRAVEL and LURE BUILDING

mercoledì 15 dicembre 2010

JIGS, JIGS, JIGS... I MIEI PREFERITI

.... quelli che uso più spesso, quelli che non lascerei mai a casa.
Ce ne sono mille sul mercato, ognuno ha le sue preferenze, questi che seguono sono quelli che calo in acqua più spesso e che mi hanno dato maggiori soddisfazioni.
Una scelta di modelli che copre tutte le condizioni di corrente, profondità e azione.

Primo gruppo: "non posso vivere senza" :-)

Sevenseas Anatahan:


Lo uso tantissimo, un corto versatile e molto mobile, perfetto per stuzzicare i pesci poco attivi; lo porto di solito nei pesi di 170 e 250 e prende veramente di tutto tanto a mezzacqua che sul fondo.

River2Sea Spike:


Un lungo atipico col baricentro in testa, si presta al classico short veloce ma da risultati eccellenti nello short lento e accompagnato dato che sviluppa un movimento molto particolare e stuzzicante che risveglia i pesci in stasi e apatici; mi ha dato in particolare belle catture con carangidi di vario tipo e cubere.
Lo porto con me sempre nei pesi di 150 e 230.

Smith Nagamasa:


Un altro lungo atipico, molto sfarfallante in caduta e molto reattivo e "leggero" nel recupero; grandioso con pelagici e ricciole in modo particolare, ma è attrattivo per qualunque pesce, uno dei pochi lunghi a rendere bene anche quando le preferenze sembrano essere per i corti; le taglie che uso di più sono 180, 230 e 280, ma anche lo sciabolone da 400 ci ha dato gran belle catture.

Patriot Design Devil Edge:


Un acquisto recente, ma che già negli ultimi tre viaggi è entrato nella manciata dei preferiti; affonda come un sasso ma mantiene una leggerezza di manovra e una mobilità eccezionali grazie ad un disegno particolarmente indovinato; sempre più di frequente la mia scelta prima per le acque profonde; le taglie da 175, 255 e 365 sono quelle che porto con me.

Fisherman Shotgun:


Uno short estremamente mobile e compatto, mi ha salvato numerosissime battute di pesca; lo tengo sempre da outsider specialmente nella taglia da 300 grammi; particolarmente efficace coi pesci di fondo, cernie e snappers in primis, ma credo sia molto attirante anche in long jerk a mezzacqua... proveremo sicuramente.

Secondo gruppo: "non voglio comunque lasciarli a casa"

Fisherman Andaman:


Un altro corto o quasi, molto mobile e leggero fino ai 210 grammi, si irrobustisce e perde un po' di mobilità nelle taglie superiori che diventano adatte per le alte profondità; un classico, immancabile, ha fatto per noi veramente tanto pesce.

Deep Dog:


Me lo diede da provare l'amico Nicola Zingarelli e devo dire che si è rivelato molto utile e catturante; facile da lavorare in walkthedog subacqueo, risponde molto bene e in maniera precisa, perfetto per lavorare fondali profondi senza troppo sforzo; aggiungiamo che è durevole e economico e abbiamo un acquisto vivamente consigliato. Taglie da 210 e 260.

Fisherman Crazy Long Jig:


Il cecchino di profondità... quando abbiamo a che fare con molta corrente e fondali abissali è uno di quelli che scende a missile e ci consente di pescare in condizioni altrimenti proibitive, un jig di nicchia che scende poche volte ma fa il suo dovere.

Questi sono quelli che mi porto sempre con me, non sono i soli, non sono insostituibili, ma sono quelli con cui sono entrato maggiormente in confidenza, ai quali do maggiore fiducia e che mi hanno ripagato con grandi soddisfazioni.
Con altri ho avuto ottime catture, e mi piace fare entrare in uso anche qualche altro modello, non dimentico lo Stay di Shout, l'Hooker e il Momotaru di Sevenseas e il JacknifeR di Smith tra quelli a cui strizzo l'occhiolino... ma quelli presentati difficilmente li potrò abbandonare.

Nessun commento:

Posta un commento